SEO ON PAGE: quando la visibilità è tutto

In qualche modo un appassionato di informatica e/o di nuove tecnologie, in particolare di internet, ha sicuramente sentito parlare delle tecniche SEO.

Queste sono particolari strategie che permettono, attraverso un accurato utilizzo di parole chiave e indicizzazioni, di rendere il più visibile possibile il proprio sito internet.

Ad oggi chiunque abbia un’attività di un certo livello, ha avuto o avrà bisogno di adeguati strumenti per far emergere i propri servizi rispetto a quelli della concorrenza.

E ovviamente il modo migliore per ottenere visibilità in un mondo sempre più informatizzato è attraverso il web.

Se anche tu ti sei reso conto di come il sito della tua attività abbia bisogno di essere ottimizzato in ottica SEO, sei nel posto giusto.

Vediamo insieme una guida semplice ma completa per iniziare a lavorare anche sotto questo punto di vista e creare la propria SEO strategy.

Ormai la concorrenza è così alta su tutti i settori, che sono i dettagli a fare la differenza!

Che cos’è la SEO

Iniziamo dal principio.

SEO è l’acronimo inglese di “Search Engine Optimization”. Vale a dire un’ottimizzazione dei siti per i motori di ricerca. Già dal nome è molto chiaro l’obiettivo di una campagna di SEO marketing: rendere il proprio sito il più possibile cliccato dagli utenti che navigano in rete.

Negli ultimi anni, abbiamo notato come il mercato della pubblicità online sia cresciuto esponenzialmente. Proprio per questo gli investimenti in tal senso sono sempre maggiori.

Il digital marketing ha come punto cruciale proprio la visibilità sui motori di ricerca. I grandi numeri in questo ambito informatico hanno creato nuove figure professionali.

Nota: Sono tantissimi i nuovi SEO specialist che stanno nascendo, un vero e proprio lavoro. Non è sempre facile avere dei contenuti in un sito che soddisfino i criteri del SEO, è quindi necessaria un’attenta attività di SEO copywriting.

IL PUNTO DI PARTENZA: UNO ATTENTO STUDIO DELLE GIUSTE PAROLE CHIAVE

Ovviamente quando parliamo di motori di ricerca, ci viene in mente la barra di ricerca di Google. È proprio lì che gli utenti digitano le cosiddette keywords, parole chiave.

Il tipico esempio è quello di un hotel, magari in Alto Adige. Se il suo gestore vuole essere tra i primi risultati per chi cerca una vacanza tra le montagne, dovrà inserire delle giuste keywords all’interno del sito, come ad esempio hotel in Alto Adige o hotel in montagna.

Dunque, il primo passo per ottimizzare il tuo sito sarà appunto quello di studiare le parole chiave giuste.

Ti dovrai immedesimare in un utente che ha bisogno del tuo servizio e prevedere le parole che inserirà nel motore di ricerca. Considerando il nostro esempio, amplia l’ottimizzazione, includere parole chiave simili, quali bed and breakfast o alloggio.

E anche sinonimi, come un’accoppiata “albergo + Sudtirol”. In questo caso l’utente cerca esattamente quello che offriamo noi, ma con termini diversi. Sarebbe un peccato non comparire tra le sue ricerche, che dici? 

Pensa alle volte che fai una ricerca su internet. Scommettiamo che non vai mai oltre la seconda o terza pagina di risultati. È questo il tuo obiettivo, essere tra i primi!

A questo punto è il momento di entrare nel vivo delle tecniche SEO.

La difficoltà di queste procedure è dovuta al fatto che non si conoscono nello specifico gli algoritmi di ricerca di Google, si deve quindi procedere sperimentando.

Quello che sappiamo dal noto motore di ricerca è che vengono considerate due macro-categorie: il SEO On Page e tutti i fattori Off Page. 

SEO ON PAGE: presta attenzione a tutto quello che c’è scritto sul tuo sito

Il tuo sito dovrà essere concepito in ottica SEO. Tutti i contenuti dovranno essere collegati e girare intorno a delle specifiche parole chiave.

È quindi fondamentale studiare un’ottima architettura per il sito, in modo da avere una struttura solida e già orientata verso il SEO.

Se parti da un sito da zero inizia subito a ragionare in quest’ottica, se invece devi mettere mano ad un sito già in rete, è una buona occasione per rendere ancora più efficiente e performante il proprio biglietto da visita su internet.

Nota: Oltre all’architettura del sito, ci sono altri fattori on page. I dati in html, gli URL, il dominio, i contenuti di testo sul sito, compresi ovviamente i titoli e persino i nomi di file e immagini. In sostanza la SEO On Page riguarda tutto quello contenuto nelle singole pagine del sito internet.

Vediamo più nel dettaglio come ottimizzare il tuo sito, e che punti toccare all’interno della SEO On Page.

  1. Prima di tutto concentrati sull’URL. Ti consigliamo di partire da qua perché questo è anche il primo elemento che utilizza il motore di ricerca per classificare i siti internet. Una buona URL contiene la keyword principale.
  2. Un altro aspetto fondamentale per ottimizzare il sito è ovviamente il titolo che viene dato a quest’ultimo. In questo caso la soluzione migliore da adottare è un classico schema, keyword più il nome dell’azienda.
  3. Entriamo un po’ più nella parte tecnica, ottimizzando anche i meta. Quei dati contenuti nella descrizione sotto il titolo del sito che compaiono nella lista dei risultati di ricerca. Sappiamo come siano fondamentali queste descrizioni, di circa 140 caratteri, per il posizionamento di Google.

Abbiamo già accennato di come siano importanti i contenuti presenti all’interno del sito. È necessario rendere tutti i testi il più possibile orientati alla SEO. Testi brevi, dividere in paragrafi e una buona formattazione.

Inoltre, inserisci qualche link che rimanda ad altre pagine del tuo sito all’interno dei testi.

In ultimo, oltre al testo sono fondamentali tutti quei contenuti multimediali, come le immagini. Inseriscine alcune tra il testo, ma senza esagerare.

E per quanto riguarda la SEO OFF PAGE?

La domanda sorge spontanea, se la SEO On Page raccoglie tutto quello che c’è su un sito. La SEO Off Page, al contrario, si concentra sul comportamento dei siti esterni nei confronti del nostro.

Cioè tutti i link e citazioni che rimandano alle nostre pagine web.

Ovviamente maggiori sono i link e tutto quello che rimanda al nostro sito, migliore sarà valutato da Google quest’ultimo. Verrà considerato più attendibile e popolare.

Architettura di un sito

Abbiamo parlato di architettura di un sito nei fattori SEO On Page, ma andiamo a vedere cosa deve contenere la struttura di un sito.

In maniera molto semplificata devono essere presenti 5 elementi.

  • Titolo di pagina.
  • Descrizione della pagina, creati per i motori di ricerca, ma non visibili all’utente.
  • Intestazioni, i titoli e sottotitoli dei paragrafi di un contenuto online.
  • Corpo del contenuto.
  • Componenti accessori, che possono essere immagini, audio, video.

SEO e SEM, sono la stessa cosa?

Dedichiamo un breve approfondimento a questa tematica. SEO e SEM spesso si sovrappongono. La SEO è l’attività per migliorare il posizionamento delle pagine web sui motori di ricerca.

La SEM è l’insieme delle attività di web marketing per aumentare la visibilità di un sito. Come vedete la linea di confine c’è, ma è sottile.

SEO CHECKER, è arrivato il momento di verificare eventuali errori

Adesso che hai impostato la tua SEO strategy è il momento di vedere se hai commesso qualche errore. In questo caso ci viene in aiuto l’utilissimo SEO checker.

Attraverso una SEO Audit, potrai analizzare e correggere eventuali problemi che si verificano durante una ricerca. Quando hai risolto gli errori riportati, è consigliabile fare un nuovo report, per essere sicuro che sia tutto a posto.

Questa procedura viene in gergo chiamata anche SEO test o SEO check.

Tra i vari tool presenti online, per fare una SEO audit gratuita, troviamo:

  1. Found
  2. SEO Analyzer by Neil Patel 
  3. Varvy SEO tool
  4. SEOptimer
  5. Site Checker PRO
  6. SEO Mator
  7. Woorank
  8. Zadro Web
  9. Spotibo
  10. Analisi SEO by todsystem

Leggendo questa breve e semplice guida avrai sicuramente capito l’importanza di adottare un’ottica SEO. È sicuramente un’attività complessa, ma l’ottimizzazione renderà il tuo sito più chiaro, esaustivo e facile da trovare.

La cosiddetta attività di local SEO. Ti assicuriamo che è il punto di partenza per incrementare la visibilità di quello che offri ed emergere sull’enorme concorrenza digitale dei nostri giorni.

1
Ciao,
Come posso aiutarti?
Powered by
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: